mercoledì 8 luglio 2015

SOS Scuola Sassa | WIP 1



Vale la pena che un bambino impari piangendo quello che può imparare ridendo?
Gianni Rodari

Ciao a tutti
iniziamo a raccontarvi un nuovo progetto che sta prendendo vita.

Qualche tempo fa siamo stati contattati dall'associazione SOS Scuola che si occupa di riportare gioia e colore nelle scuole tramite interventi di recupero delle strutture. SOS è l'acronimo di Scambiamoci Orizzonti per Sognare e questo gruppo ha già realizzato numerosi interventi in tutta Italia,  nelle zone dove il disagio è maggiore.


Il fronte dell'istituto G. Rodari a Pagliare di Sassa

Come già saprete, il tema degli edifici scolastici a L'Aquila sta mostrando tutte le sue criticità. Ora che il momento dell'emergenza è passato, le strutture si stanno rapidamente consumando. Non a caso, il comune stesso si sta muovendo per risolvere la provvisorietà degli edifici andando verso delle soluzioni definitive.

Il cortile interno della scuola
Tra i primi a sollevare il problema delle scuole sono stati ActionAid L'Aquila e Oltre il Musp. Entrambe stanno dando voce ai problemi della formazione, un'urgenza che non può essere rimandata oltre.

Insieme a loro stiamo progettando di riportare un po' di colore al MUSP di Pagliare di Sassa.
L'intervento sarà concentrato nell'ultima settimana di luglio e vedrà la partecipazione degli alunni della scuola, dei loro genitori, dei maestri e di tutte le associazioni coinvolte.
Oggi abbiamo fatto un sopralluogo al MUSP per un veloce rilievo delle zone di azione. È stata anche l'occasione per confrontarci e raccogliere le prime idee da realizzare.

Ora non ci resta che lavorare... state connessi per gli aggiornamenti.




Pupazza realizzata dal laboratorio di Massimo Piunti