martedì 17 febbraio 2015

La Città | WIP 2

Il progetto all'interno del carcere di S. Donato continua.
Fase di rimozione dello scotch carta
Abbiamo completato la fase di lavorazione del materiale. Per la realizzazione dell'arredo, infatti, abbiamo recuperato delle tavolacce di legno utilizzate nei cantieri aquilani. Con la pialla e la carteggiatrice abbiamo ripulito per bene la superficie.

Il passaggio successivo è stato quello di tagliare i pezzi ed assemblarli per comporre l'arredo.
Ovviamente, per queste lavorazioni, non ci siamo potuti avvalere di attrezzature professionali come un banco da sega e quant'altro. I tagli, quindi, sono stati effettuati con un semplice seghetto alternativo o la sega a mano, oggetti già difficili da far entrare all'interno del carcere. Da questo ovviamente sono dipesi tanti piccoli "errori" che però doneranno un tocco più rustico al tutto.
Le tavole di legno sono state ripulite per bene e successivamente tagliate.
Dopo aver posizionato il tavolino per la biblioteca e le mensole di esposizione per la stanza editoriale, siamo passati a stuccare e carteggiare il legno. Per finire, una mano di cementite per migliorare la presa della vernice.
Successivamente sono state tracciate delle guide sul muro con lo scotch carta. Dopo aver passato una mano di aggrappante sul muro, abbia dato il colore.

In conclusione abbiamo rimosso lo scotch in modo da ottenere dei bordi precisi.
Attualmente stiamo preparando altro arredo per il resto del corridoio e per le stanze nelle quali si svolgeranno le attività.

Nel frattempo continua anche la raccolta fondi per la realizzazione del progetto.
Con una piccola donazione potrete aiutarci a comprare il materiali necessari al completamento del lavoro.
Già lo saprete, ma ci teniamo a ribadirlo, che il nostro apporto alla progettazione e alla realizzazione è nella più totale gratuità.



Grazie a tutti gli amici del progetto.
Le immagini che finora possiamo pubblicare sono poche in quanto dobbiamo ancora risolvere con le liberatorie.

Al prossimo Work In Progress