sabato 6 aprile 2013

In Ricordo del 6 Aprile 2009...


Novantanove sono le cannelle

Novantanove piazze, novantanove chiese
Il terremoto si prese pure quelle
Il sei aprile l’Aquila s’arrese.

Urlò la terra in quella notte scura

Trecentonove vittime in quell’anno
Si riversò in ogni strada la paura
Il panico, il terrore, il grave danno.

Il sisma la sua forza ha dimostrato

Tanti feriti, totale evacuazione
Crolli, macerie, tutto danneggiato
Lo squarcio che cancella intere zone.

Sapore medievale dei palazzi

Il settecento e l’ottocento devastati
I borghi chiusi, più liberi gli spiazzi
‘Chè tutti gli edifici eran crollati.

Quell’Aquila Imperiale sullo stemma

D’una città che al cuore vien colpita
Lei così bella, incastonata come gemma
Non riesce a tamponar quella ferita.

Rintocchi di campane a ricordare

Le vittime del sisma e l’orazione
Quei nomi ad uno ad uno pronunciare
Giorni di lutto e di disperazione.

Si fanno lunghe marce e fiaccolate

Nel dì di ricorrenza canti e messe
Insieme a quelle vite ormai spezzate
Pur gli scampati attendon le promesse.

Promesse che son solo sulla carta

Burocrazia che intrappola i miliardi
La concretezza ancor n’è cosa certa
Via i gonfaloni, le bandiere e gli stendardi.

Il centro storico abitato dai fantasmi

Imbullonato nelle impalcature
E’ ancora l’aria impregnata di miasmi
Cuore che piange di fronte alle brutture.

Sono le chiavi delle nostre stanze

La scritta riportata su un cartello
Abbiamo appeso alle transenne le speranze
Parole d’un ben triste ritornello.

Cento giovani al mese se ne vanno

Città ch’è degradata e ormai morente
Quelle promesse giammai le manterranno
Per noi han fatto poco, quasi niente.

Solo nei dì di commemorazione

Ancor si parla di restauro e di progetto
Ma il tempo passa e la ricostruzione
Ha tolto alla speranza ogni diritto.

Quel terremoto tutti quanti ci ha sconvolto

Fate rientrare a casa le persone
Date a quella città ancora un volto
Che il sogno non diventi un’illusione.

Maria Rosa Bernasconi

Per non dimenticare... Perchè noi non ci siamo dimenticati di VIVERLA!!!